Inaugurato ieri a Oriago di Mira il ristorante Braccio di Ferro, una sfida portare la buona carne, la steak house, dove tutti gli altri sono specializzati in pesce.

di Michele Pigozzo

In una zona dove tutti i ristoranti servono pesce, e sono famosi per questo, il vero “Braccio di Ferro” è quello di servire carne e diventare famosi per questo.  Così Massimiliano Trabucco, titolare del nuovo ristorante Braccio di Ferro, ad Oriago di Mira, decide di affrontare la sua nuova avventura.

Si parte già con degli stuzzicanti cicchetti creati per farti entrare nel mondo della degustazione a base di carne, polpettone infilzate, paninetti colorati con polpetta e cipolla rossa caramellata, sono solo alcuni dei graziosi entrée. Un menù ricco di antipasti sfiziosi, primi con vari formati di pasta all’uovo ci ingolosiscono prima di arrivare ai secondi dove troviamo la vera passione dello Cheff Valentino. La tartare è davvero invitante, ma la griglia fa da padrona con la vera fiorentina di chianina, la tagliata, una grigliata da mille e una notte che oltre al classico contiene la tagliata e le specialità BBQ, il galletto anche BBQ, il ribs BBQ, costine cotte a bassa temperatura e poi passate alla griglia, lo stesso trattamento riservato ai galletti. Insomma un offerta di carne e di cotture particolari della stessa, degno di nota. Io ho voluto assaggiare le il bbq ribs, favolose costine cotte a puntino che donavano al palato favolosi contrasti sia nel gusto che nella masticazione, tenerissime e allo stesso tempo coperte da una crosticina croccante, allo stesso tempo dolce e lievemente piccante. Vi posso assicurare che erano favolose, la carne si staccava in modo omogeneo dall’osso, il gusto era sublime e, accompagnate alle patate al forno ti lasciavano un ricordo entusiasmante. Sotto il punto di vista sensoriale è stata un emozione stupenda che consiglio a tutti di provare.

 

PUBBLICITA’