Organizzata da FIC si è svolta la finale della selezione del miglior allievo del Veneto, la finalità di questo concorso è di mettere in competizione i giovani cuochi delle scuole di cucina d’Italia permettendogli di crescere e di stimolare la loro ambizione coltivando la loro capacità.

Competizioni che iniziano già durante le lezioni dove i professori chiedono continuamente di mettersi in gioco e di applicare le conoscenze apprese creando nuovi piatti e nuovi gusti. Sfidarsi tra compagni di corso e con altri, stimola la creatività e permette ai motivati di emergere e trovare nuovi stimoli.

La competizione non è solo inventiva ma anche tecnica e conoscenza del prodotto. Dopo una scrematura avvenuta nei giorni scorsi, alla finale, che si è tenuta c/o la scuola DIEFFE di Noventa Padovana, erano presenti tre allievi provenienti da tre diverse scuole del Veneto che avevano meritato la finale. Uno solo di loro potrà partecipare alla finale italiana che si terrà a febbraio a Rimini.

Presente al concorso il Presidente dell’Unione Cuochi del Veneta Valter Crema. I giudici, provenienti dalle varie province sono cuochi esperti che esercitano la loro professione in diverse attività del food Veneto, si tratta di:

 

  • Lazzarin Moira di Padova
  • Trevisanato Fabrizio di Venezia
  • Marco Salin di Treviso
  • Fasolo Luca di Verona
  • Maurizio Aluotto di Belluno

 

 

La presidenza della giuria spetta a Trevisanato.

Gli allievi in gara sono tre e si tratta di:

  • Fraccaro Andrea,
  • Anna Maddalena Calcinotto e
  • Martina Peroli
Trota di Altissimo in saor
Copertina di Manzo
Cappesante nel bosco

 

 

 

 

 

La competizione prevede la creazione di un antipasto con un tempo di 15 minuti.

I piatti presentati sono stati:

  1. Cappesante nel bosco
  2. Copertina di Manzo alla tisana di riso nero e frutti di bosco
  3. Trotta di altissimo in saor
Fraccaro Andrea

Dopo un attenta valutazione ed un istruttivo intervento dei giurati nel fornire consigli e pareri ai giovani allievi in concorso, ad aggiudicarsi la prima posizione è stato Andrea Fraccaro con i suoi bocconcini di trota di Altissimo in saor, un piatto che rappresenta pienamente la zona del Vicentino dalla quale proviene il giovane Cuoco.

Andrea rappresenterà il veneto nella competizione di Rimini nella quale si sfideranno nella Mystery Box, una scatola con un contenuto a sorpresa che permette all’abilità del cuoco di eseguire la sua ricetta utilizzando al meglio i prodotti in essa contenuti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here