I sapori antichi delle valli vicentine: gnocchi con la fioreta

0
51

Non si trova a Recoaro ne tantomeno nelle valli del Pasubio ma, alla Locanda Veneta, ristorante dove i piatti della tradizione sono di casa, è possibile degustare gli gnocchi con la fioreta. Piatto tipico di Recoaro dove esiste la Venerabile Confraternita dei gnocchi con la fiorita ed il piatto e DE.CO.

La tradizione racconta che all’inizio  del 1900 i pastori in alpeggio utilizzavano la fioreta impastandola con farina bianca per preparare gli gnocchi, una piatto povero ma molto energetico. La pastella così ottenuta veniva versata a cucchiaiate nell’acqua bollente per poi riapparire in  superficie sotto forma di morbidissimi gnocchi.

Per condire, burro di malga spumeggiante, aromatizzato con foglie di salvia ed eventualmente una grattugiata di ricotta affumicata o formaggio di malga.

Un piatto che porta tutto il sapore dell’alpeggio, le varie sfumature del gusto di latte diventano forti incontrandosi con la ricotta affumicata ed il gusto diventa unico.

Uno gnocco grossolano con una forma imprecisa, nettamente diverso dal classico gnocco di patata ma con un gusto unico, la fiorita ha un sapore molto delicato e si arricchisce con il sapore del burro e della salvia. Sovrasta su tutto l’affumicatura della ricotta con la sua persistenza acre e il suo aroma che varia a seconda del tipo di legna utilizzato che per la ricetta della venerabile confraternita prevede il legno di faggio.

La consistenza è quella tipica dello gnocco pur mancando la patata.

Il procedimento previsto dalla Confraternita:

In una ciotola ampia versate la fioreta e unite la farina, quindi impastate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto liscio ma discretamente compatto. Aiutandovi con un cucchiaio, prendete parte del composto e fatene dei piccoli gnocchi da tuffare nell’acqua bollente abbondantemente salata. Quando riaffiorano lasciarli cuocere per altri tre, quattro minuti. Nel frattempo mettete a scaldare in una padellina il burro lasciandolo fino a che s’è colorato di nocciola. Pescate quindi gli gnocchi con delicatezza, disponeteli nel piatto, cospargeteli con abbondante formaggio grattugiato, conditeli con il burro fuso e servite.

La Locanda Veneta con Luca Chemello chef e titolare, grande appassionato dei sapori veneti e della tradizione propone a Vicenza questo piatto e merita andarlo ad assaggiare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here