Ottava crociera del gusto

41

E’ tempo di riprendere con il turismo, è arrivato il momento di godersi una bella crociera, magari una crociera del gusto. Giunta alla ottava edizione la crociera del gusto è pronta per salpare e, per far conoscere i fantastici vini del Franciacorta.

Sabato 3 luglio 2021 ore 13.00, riservata ai giornalisti, a bordo della motonave EDRON, verrà presentato, oltre alle 17 cantine di Franciacorta e alle aziende alimentari tipiche, il programma dell’ottava crociera che si svolgerà a Settembre.

Nell’occasione, sarà possibile per tutti prenotare una fantastica gita in navigazione tra i fiori di Loto, secondo il programma riportato in seguito.

Navigazione tra i fiori di Loto

Una fantastica occasione per trascorrere una giornata di relax lasciandosi accarezzare dalla brezza della navigazione, ammirando le bellezze del Santuario delle Grazie.

In quest’occasione sara possibile degustare alcune tipicità della zona Franciacorta e sorseggiare il fantastico vino Franciacorta e conoscerne le sue qualità.

FRANCIACORTA

Zona Geografica Franciacorta
Zona Geografica Franciacorta

Una zona geografica con un microclima particolare unito al lungo lavoro dell’uomo generano un nettare sublime.

FRANCIACORTA – Le bollicine più eleganti d’Italia

Metodo e fasi sono le basi necessarie a rendere unica l’unione di uvaggi miscelati con esperienza e secondo precise percentuali, che diventano poi il famoso vino che prende nome dalla zona di produzione, per l’appunto il Franciacorta.

Angolazione

Diversi gradi di angolazione uniti alla scuotitura permettono al vino di maturare sui liviti, un metodo usato anche per gli champagne francesi, fino ad arrivare all’ultima fase dove i lieviti vengono posizionati sul collo, quindi tramite la refrigerazione intrappolati nel ghiaccio e sboccati. Ecco il significato della Torre Eiffel rovesciata. Le fasi che permettono al Franciacorta di diventare il vino eccellente che possiamo avere nelle nostre tavole sono:

Soffice Pressatura

Prima fermentazione

Creazione cuvèe

Imbottigliamento

Tiraggio

Seconda fermentazioni

Periodo di affinamento

Scuotitura

Refrigerazione

Sboccatura

Rabocco

Un vino che fabbisogna di un minimo di 18 mesi per arrivare a 60 mesi prima di essere bevuto non può che essere un grande vino.

La storia vitivinicola di questa zona è antichissima: inizia prima dell’anno Mille, quando il territorio del Lago d’Iseo era popolato da numerosi conventi monastici, che si occupavano di coltivare le vigne a uso prettamente ecclesiastico. Non dovendo pagare i dazi alle autorità locali, i loro territori presero il nome di “curtes francae”, ovvero corti affrancate dai tributi, da cui il nome “Franciacorta”.