Pizza al Kefir panini dedicati a Peaky Blinders e Crunch colorati.

0
284

Il periodo di look down è diventato per l’Old England Pub un periodo di puro investimento durante il quale costretti a rimanere chiusi, hanno  utilizzato il loro tempo per studiare e mettere a punto nuove ricette e processi di lievitazione sempre più salutari.

Una volta sistemato l’impasto al kefir, un sistema di lievitazione particolare e unico nel suo genere Old England Pub si è concentrato sullo sviluppo di novità. La caratteristica principale dell’Old England Pub è che conta sulla professionalità di personale specializzato, che si occupa di garantire materie prime fresche accuratamente selezionate e preferibilmente a chilometro zero. Ricette particolarmente ricercate vengono utilizzate per creare impasti particolari, messi appunto durante questo periodo.

Luca Canton, il proprietario tiene molto all’alimentazione salutistica, ingredienti freschissimi e di alta qualità, lievitazioni al kefir e low carb sono per lui argomenti indispensabili per offrire tutto quello che la natura e la scienza mette a disposizione per nutrirsi in maniera corretta.

 

Elisabetta Bugli laureata in scienze degli alimenti, che si occupa del controllo qualità, segue personalmente la coltura del kefir e mantiene sempre fresca la madre del lievito, elemento fondamentale per impasto di pizze e pane.

 

 

Maurizio Favaretto si occupa delle ricette conferendo il suo estro artistico e la sua conoscenza, che diventano base di partenza per lo sviluppo di nuove gustose idee.

 

È quindi il momento del marketing nel quale le idee vengono trasformate in storie da raccontare e, la passione per una serie televisiva , “Peaky Blinders” diventa un’ambientazione e una trasformazione delle caratteristiche caratteriali dei personaggi in precise emozioni sensoriali che troviamo nei panini e nelle birre a loro ispirati.

 

Birre artigianali con fermentazioni e gusti particolari accompagnano gusti e sapori che solo all’Old England Pub di Padova possiamo trovare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here