Eccessivo consumo di zuccheri e carboidrati influiscono in maniera importante su molte patologie sempre più frequenti ai nostri tempi. I cibi moderni sono spesso soggetti all’aggiunta di zuccheri raffinati, utilizzati nell’industria alimentare per rendere più gradevole il prodotto e di conseguenza più facilmente consumabile.

I carboidrati si dividono in semplici (zuccheri) e complessi (amido, fibre), in base alla loro struttura chimica.
I carboidrati semplici sono presenti naturalmente negli alimenti, ma li possiamo trovare anche in forma raffinata. Questi zuccheri sono assorbiti in maniera rapida dall’organismo: non richiedono attività metaboliche.
I carboidrati complessi richiedono un lavoro digestivo più impegnativo per essere trasformati in glucosio; per questo motivo, sono assorbiti più lentamente.

Digestione e assorbimento dei carboidrati

La digestione dei carboidrati inizia in bocca dove gli enzimi della saliva iniziano la scissione dei carboidrati complessi.

Mentre il glucosio viene assorbito rapidamente (sia per gradiente osmotico, sia per trasporto attivo), il fruttosio viene assorbito più lentamente, attraverso un meccanismo di diffusione facilitata, che sta alla base del suo basso indice glicemico.

Carboidrati, zuccheri e patologie collegate

Tra le aziende di produzione con i fatturati più importanti nel mondo, figurano molte aziende che operano nel settore dell’alimentazione, bibite, dolci, pasta e pane, ciò permette di capire quanto siano diffusi i carboidrati e gli zuccheri nell’alimentazione mondiale.  Negli ultimi decenni le abitudini alimentari sono cambiate, i gusti si sono affinati e, il nostro cervello si è abituato alle dolci gratificazioni, creando dipendenze ai dolci paragonabili alle dipendenze alle droghe.

Le statistiche evidenziano l’aumento incontrollato di patologie quali il Diabete, le malattie Cardiocircolatorie, il Cancro, il Morbo di Alzheimer e la Celiachia.

L’eccesso di zuccheri nel sangue determina altre 2 condizioni patologiche che sono l’aumento del colesterolo e l’obesità/sovrappeso.

Che rimedi adottare per ridurre l’assunzione di zuccheri

Per ovviare all’eccessiva assunzione di zuccheri e carboidrati, è necessario cambiare le proprie abitudini, questo può significare eccessive restrizioni, rinunciare a dolci, pane, pasta, pizza e a tutti i prodotti da forno assumendo solo verdure, carne, pesce. Altra possibilità sta nell’iniziare ad alimentarsi con prodotti alternativi studiati per avere un basso contenuto di carboidrati.

Da un’analisi dell’offerta presente in internet abbiamo selezionato e provato alcuni prodotti ma il sapore di questi prodotti è diverso da quello che i nostri palati provano abitualmente e spesso la presenza di carboidrati non è così esigua. Al momento abbiamo individuato una sola azienda, italiana di l’Aquila, che sia riuscita a mettere in produzione alimenti come pane, pasta e dolci, con un bassissimo contenuto di carboidrati raffinati e zuccheri e con un sapore gradevole.

Il sapore di questi cibi è molto simile a quello delle nostre abitudini e l’azienda dispone di una vasta offerta di prodotti adatti a soddisfare le esigenze di molti. Adottando questa alimentazione si può ridurre in modo drastico l’assunzione di carboidrati diminuendo così la possibilità di andare incontro alle patologie citate sopra. Ovviamente è sempre consigliabile farsi seguire dal proprio medico.

La linea in questione si chiama Carbolight è viene prodotta da un’azienda italiana sotto il marchio Lightflow. Potete trovare in internet tutte le informazioni che possono esservi utili per l’acquisto di questi prodotti.

 

1 commento

  1. Condivido perfettamente il tuo articolo! Sono due anni che mi alimento con Carboligth e posso testimoniare che ha veramente prodotti eccellenti. La cosa bella è che non ho assolutamente cambiato le mie abitudini alimentari. Per quanto riguarda i medici sono in parte d’accordo, nel senso che è bene informarli sulla tipologia di alimentazione a cui ci si è avvicinati, ma bisognerebbe farli interagire con i tecnici della Lightflow o da personale da loro designato. Io posso solo dirgli che mi trovo assolutamente bene, ma non potrei entrare in dettagli tecnici per i quali è necessario avere un certo tipo di istruzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here