di Giulia Schiavon

Lo chef Isacco Gerotto (ristorante Autorimessa di Venezia) e la sua novità con piatti “lowcarb”

Guarda il video

In piazzale Roma a Venezia, a due passi dal ponte di Calatrava, si trova il ristorante Autorimessa. Isacco Gerotto, chef executive del ristorante, visto che la quarantena lo costringe in casa, ha pensato di trasformare la cucina di casa sua in una sede operativa temporanea per sviluppare un progetto partito da poco e di cui è il promotore. In accordo con la famiglia Gastaldi, proprietaria storica del ristorante, Isacco sta sperimentando nuove farine e nuovi prodotti lowcarb, ossia con una bassa percentuale di carboidrati , per creare nuovi interessantissimi piatti e nuovi menù ed essere in grado di soddisfare così una più ampia clientela con cibi alla stessa dedicati pur continuando a portare avanti la qualità e le eccellenze venete che contraddistinguono il ristorante. E’ l’impegno che lo chef intende concretizzare quando verrà riaperto il locale. La sfida di Isacco è quella di abbinare alla cucina “storica” della tradizione , l’innovazione senza però stravolgere i principi sani e semplici dei prodotti della laguna. “Appena potremo riaprire il locale – riferisce lo chef- l’intenzione è quella di proporre una serie di appuntamenti culinari tipicamente veneti con piatti low carb e degustazione di vini del territorio; dato che il nostro sarà il primo ristorante in città che utilizzerà queste farine e questi prodotti sarà un’occasione per far conoscere alla nostra clientela questo progetto al quale al momento stiamo dedicando tutte le nostre energie”. L’agenzia di marketing e comunicazione giornalistica DragoPress intende far emergere le eccellenze venete, le peculiarità degli imprenditori che si “rimboccano le maniche” e continuano a lavorare da casa per perfezionare  e migliorare qualitativamente quello che presenteranno alla propria clientela.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here