di Giulia Schiavon

Un successo continuo, già otto edizioni svolte per i Vini da Terre Estreme

Il 9 e il 10 febbraio 2020, nella bella cornice di Villa Braida a Mogliano Veneto, in provincia di Treviso,  si è tenuta l’ ottava edizione di Vini da Terre Estreme , appuntamento annuale imperdibile per i winelovers e operatori del settore che ogni anno, sempre più numerosi, affollano le belle sale del secondo piano della villa confermando il successo della manifestazione.

Tutti i vini presenti, nazionali e non, sono accomunati dal fatto di essere molto rappresentativi del territorio da cui provengono, territorio “estremo” per l’appunto, che in quasi tutti i casi costringe ad una cura della vigna  difficile ed a una  vendemmia manuale.

Effettivamente  i produttori di queste  piccole realtà sono spinti da  una passione ancor più grande per il loro lavoro  che  dà la forza di superare le notevoli difficoltà che ogni giorno devono affrontare per dominare al meglio le forti pendenze, i terreni rocciosi, i terrazzamenti e le sabbie.

Vini bianchi, rossi e spumanti provenienti da zone di mare, di montagna e di vulcani. Dall’Alto Adige alla Sardegna, dalla Val D’Aosta all’isola di Pantelleria, dalle Cinque Terre alle pendici dell’Etna,passando per il Friuli, il Lazio ed il Veneto e Isole Greche…  C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Sono state oltre 300 le etichette in degustazione libera a “Vini da Terre Estreme”, con oltre 50 cantine eroiche che hanno presentato  la loro miglior produzione, vale a dire vini che hanno come denominatore comune l’essere frutto di un’agricoltura con origini e storia secolari, tramandata di generazione in generazione.
Un patrimonio di esperienza e radicamento al territorio senza eguali, che questi appassionati vignaioli continuano a salvaguardare per dar vita a dei vini straordinari, rari, e soprattutto preziosi per il loro carattere unico.

Per apprezzare al meglio questi vini rari, quasi unici e straordinari c’è stata  la possibilità di iscriversi ai numerosi workshop e masterclass organizzati nelle due date dell’evento che hanno consentito  di approfondire la conoscenza della viticultura eroica italiana e di conoscere di persona questi coraggiosi vignaioli, spesso “sconosciuti” e che invece sono degli “eroi” . Non rimane, visto l’ennesimo successo della manifestazione,  che aspettare con ansia il prossimo anno.

 

www.vinidaterrestreme.com

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here