di Maurizio Drago

Quello dello chef Gianni Rugolotto dell’Hostaria San Benedetto di Montagnana è un “Autunno a tavola” edizione 2019 molto colorato, giusta considerazione per la più cromatica stagione dell’anno, a partire dal foliage. Così è stata la serata promossa dall’Hostaria San Benedetto che fa parte dei Ristorantori Padovani presieduta da Francesca Borin, fresca di nomina, che ha partecipato all’evento  di venerdi 23 settembre il quale ha riscosso il meritato successo nel tipico ristorante montagnanese (presente anche il sindaco della città murata Loredana Borghesan).

Da sx: Lo chef Gianni Rugolotto, la direttrice di sala Laura, la presidente dei Ristorantori Padovani Francesca Borin, il sindaco di Montagnana Loredana Borghesan, il sommelier Federico

Lo chef Gianni Rugolotto è alla continua ricerca dei sapori nei suoi piatti, nel rispetto della tradizione e del territorio. Lo dice lui stesso, con garbo, ricordando che da giovinetto, quando era un soldato, scriveva le lettere alle fidanzate per i suoi compagni. Faceva il ghostwriter sviluppando le sue doti di letterato. Il preparare un buon piatto è come scrivere una di quelle lettere d’amore: devi trasmettere quelle sensazioni e quei piaceri alla persona che non conosci, e toccare le corde delle sue emozioni. Così è per la preparazione di un piatto. Devi studiarlo e ristudiarlo e devi poi farlo degustare alle persone che non conosci.  Se poi il piatto è buono e lo accompagni da un buon vino l’obiettivo dello chef è raggiunto. E qui va dato merito al sommelier Federico che ha dato i giusti abbinamenti, mentre Laura ha sapientemente gestito l’evento.

Così è successo nell’evento Autunno a tavola. Con l’aperitivo di benvenuto dove gli spuntini di polentina tiepida e funghi, la crema di ceci e tastasal, il baccalà mantecato e la zucca e cotechino  hanno fatto da apripista ai piatti di portata.

Petto di quaglia al melograno, patate e finferli

Ottimo il petto di quaglia con il melograno e aggiunta di finferli e patate, accompagnato da un vino Nosiola  del Trentino. I tortelloni al brasato, crema di Asiago, cipolla rossa e funghi porcini seguita dal risotto al guanciale, tartufo dei Colli Lessini e fichi caramellati  accompagnati da un Pinot Nero. A seguire il guancialino di manzo e frutta senapata con un ottimo Refosco dal peduncono rosso 2017. E per finire il dolce Luna ripiena accompagnata dal marzemino passito di Franco Zanovello, presidente della strada del Vino dei Colli Euganei, recentemente

Tortelloni al brasato, Asiago, cipolla rossa e funghi porcini

scomparso.  L’abbinamento dei vini è stato scelto dal sommelier Federico mentre Laura ha sapientemente gestito l’evento.

www.hostariasanbenedetto.it 

Nella foto grande: Lo chef Gianni RugolottoLaura, il sommelier Federico e la presidente dei Ristorantori Padovani Francesca Borin

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here