Maurizio Drago ci parla di: Detour, il Festival del Cinema

E’ la settima edizione di Detour,  Festival del Cinema di Viaggio, che avrà luogo a Padova e Abano Terme dal 22 al 31 marzo 2019.  Il Festival, organizzato dall’associazione culturale Cinerama, è diretto dal regista Marco Segato e presieduto dal produttore Francesco Bonsembiante.  L’edizione 2019  è realizzata grazie ai Comuni di Padova e  di Abano Terme, alla Fondazione Cariparo e Intesa Sanpaolo  e diversi sponsor.

Tante le novità. Si passa  da sei a nove giorni, è coinvolto  Abano Terme, che ospita per la prima volta il Festival. Le sale:  il cinema MultiAstra di Padova e il  Marconi di Abano.

Sono otto i film che compongono il Concorso Internazionale di Detour : film provenienti da tutto il mondo, mai usciti nelle sale italiane, alcuni dei quali presentati in anteprima italiana assoluta. Questi i titoli: Prendre le large, di Gaël Morel (Francia); Complicity, di Kei Chikaura (Giappone, Cina, Francia); Fugue, di Agnieszka Smoczyńska (Polonia, Repubblica Ceca, Svezia); Genesis 2.0, di Christian Frei e Maxim Arbugaev (Svizzera, Cina, Russia, Corea del Sud, Stati Uniti); My Home, in Libya, di Martina Melilli (Italia); Takara – La nuit où j’ai nagé, di Damien Manivel e Kohei Igarashi (Giappone, Francia); La fête est finie, di Marie Garel-Weiss (Francia); Winter Flies, di Olmo Omerzu (Repubblica Ceca, Slovenia, Polonia, Slovacchia, Francia).I film in Concorso verranno proiettati sia al cinema PortoAstra, sia al cinema Multiastra.

Sono invece quattro i premi ufficiali del Festival: Premio al Miglior film, Premio Speciale della Giuria, Premio Speciale del Pubblico, assegnato dal pubblico che sarà chiamato a votare i film in Concorso e infine il Premio Viaggio in Italia, assegnato dalvoto del pubblico ai film in concorso nell’omonima sezione. A giudicare i film del Concorso Internazionale sarà una Giuria  (nota informativa 1) composta dal direttore della fotografia Alessandro Pesci (Nastro d’argento per Habemus Papam di Nanni Moretti), dall’attrice, cantante e sceneggiatrice francese Nabiha Akkari (presente in film come Che bella giornata, di Gennaro Nunziante, e Happy End, di Michael Haneke) e dallo scrittore Romolo Bugaro, autore di romanzi quali Effetto domino, Il labirinto delle passioni perdute e La buona e brava gente della nazione.

Tutti i premi vengono annunciati durante la cerimonia di premiazione, che ha luogo domenica 31 marzo alle ore 21.00 presso il Cinema PortoAstra. Ospiti speciali della serata sono l’attore Fabrizio Bentivoglio e il direttore della fotografia Alessandro Pesci, che ricevono il premio speciale “Padova incontra il cinema”. Segue la proiezione di un film ormai classico, interpretato dallo stesso Bentivoglio e diretto da Carlo Mazzacurati: La lingua del santo, che proprio quest’anno compie 20 anni. Un titolo scelto per omaggiare la città di Padova, nella quale il film è interamente ambientato, e Fabrizio Bentivoglio, ma anche per ricordare Carlo Mazzacurati a cinque anni dalla scomparsa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here