Video Redazionale di Telenuovo

Era il 1955 quando Carlo Pinton, che lavorava come venditore per una famosa azienda di latticini, parlando con un cliente conobbe il tortellino di Bologna, un tortellino giudicato buono dal cliente stesso che raccontava di averlo mangiato il giorno prima.

Così, conoscendo le particolari doti culinarie della moglie Milena, che la domenica preparava sempre la pasta fresca, lanciò la sua sfida dicendo al cliente: “Te li faccio io”. Coinvolse quindi la moglie, che di mestiere faceva la sarta e, lavorando tutta la notte consegno al cliente dei tortellini cosi buoni che il cliente ne ordinò parecchi kg. All’interno di quella sfoglia di pasta all’uovo, tirata sottile e impastata con farina di grano tenero e uova inserì il suo ripieno: carne suina, pane grattugiato, prosciutto crudo, carne bovina, mortadella, formaggio grattugiato, sale, spezie, e un po’ d’aglio disidratato. Da quel giorno la passione divenne amore per la pasta e dopo parecchi sacrifici arrivò la prima macchina impastatrice e il primo laboratorio. Molti altri tipi di pasta si aggiunsero alla produzione, in modo particolare i “Bigoli”, lo spaghetto della tradizione veneta. I Bigoli, pasta tipica vicentina, padovana e dei colli euganei, che nella prima domenica di ottobre uniti all’anatra lessa diventano il piatto della tradizione per festeggiare la madonna del Rosario “I bigoli all’anatra” o (bigio co l’aria), dei quali riportiamo la ricetta* consigliata dal pastificio Pinton. Altro piatto tipico pieno di tradizione veneta sono i bigoli in salsa che compaiono nelle tavole veneziane e venete il venerdì, diventando il piatto più diffuso nei giorni di digiuno e astinenza, in particolare alla vigilia di Natale, il mercoledì delle ceneri e il venerdì Santo.

Essendo i bigoli il piatto tipico della tradizione, impastati e trafilati con l’amore della passione per la pasta, diventano ben presto un riferimento in molte sagre e feste paesane che tutt’oggi acquistano i bigoli da Pinton. Molti altri tipi di pasta fresca sono prodotti dal pastificio, utilizzando per i propri prodotti solo ingredienti selezionati e di qualità. Prodotti realizzati avvalendosi di macchinari innovativi e sistemi produttivi che garantiscono la perfetta esecuzione e la massima igiene. La pasta è la tradizione mediterranea, gli italiani amano la pasta e la pasta fresca di Pinton, impastata con amore, diventa il piatto delle feste, con il suo gusto pieno e goloso, un riferimento per molti.

 

*Vedi ricetta bigoli all’anatra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here