Servizio di Giulia Schiavon

Imprenditrici di Padova producono il vino in Puglia

San Giorgio Ionico, in Puglia

Per la prima volta quest’anno si e’presentata al Vinitaly appena trascorso, l’azienda “Terra del Feudo” di San Giorgio Ionico in provincia di Taranto, per farsi conoscere sia dal grande pubblico di appassionati sia dagli esperti del settore, presenti sempre numerosi nella fiera di Verona.

Terra del Feudo e’una realta’molto recente che nasce nel 2010 dal sogno di un gruppo di amiche del nord Italia (quasi tutte residenti nella Provincia di Padova): quello di produrre i vini internazionali per eccellenza (Chardonnay e Pinot Nero) nell’ Alto Salento, avvalendosi di moderni e avanzati impianti di produzione.
La sfida del vino :  Nord vs. Sud!
L’idea di fondere nelle bottiglie il nord e il sud dell’Italia, unendo alla perfezione due culture e due tradizioni, e’una sfida sicuramente non facile, ma dal risultato veramente interessante. Così chardonnay e pinot nero, vitigni nobili ed eleganti, che danno origine a grandissimi risutati in Borgogna, e a bellissime bollicine in Trentino ed in Franciacorta, arrivano anche a San Giorgio Ionico in provincia di Taranto, accolte dal sole caldo della Puglia.
Un amore per il vino per realizzare  (intanto) 4 grandi vini
Tutto e’ fatto con amore e ricerca, seguito nei minimi dettagli, così nel 2017 questo gruppo di amiche  e appassionati riescono a realizzare il sogno con l’immissione sul mercato dei loro 4 vini: 2 fermi e 2 spumanti da uve Chardonnay e Pinot Nero:
“Giulio”, forse il fiore all’occhiello dell’azienda, e’ un blanc de noir ( 100%pinot nero), dal perlage fine ed elegante pur essendo un metodo charmat. In bocca e’ un vino che dà soddisfazione, capace di soddisfare anche palati esigenti ed esperti, e’ pieno, avvolgente e con una grande personalita’.
Piu’delicato e suadente l’altro metodo charmat, anch’esso molto piacevole: “Andrea” blanc de blanc (100%chardonnay), intrigante, con un bel bouquet fruttato e floreale che regala delle piacevoli sensazioni anche nella persistenza gusto-olfattiva.
“Alessandro e Francesco” e’ invece uno chardonnay fermo, secco, un perfetto equilibrio tra morbidezze,freschezza e sapidita’che rinvitano all’assaggio; uno sposalizio perfetto con qualche bel piatto di pesce da mangiare magari in riva al mare turchese della Puglia.
La sfida più grande: Leonardo 
Infine forse la sfida più grande ; “Leonardo”, un pinot nero fermo, nella terra famosa per il Primitivo di Manduria, dal colore rosso rubino brillante. Un’esplosione di frutti rossi all’olfatto: mora, mirtillo lampone e ciliegia che si ritrovano anche al palato. Un vino giovane, fresco volutamente non impegnativo e capace di fatsi apprezzare un po’ da tutti.
Che dire,  non resta che provarli!
www.terradelfeudo.com
fb: terra del feudo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here